C’era una volta la… Grecia

Parlavano il greco antico, una lingua con un alfabeto simile al nostro, anche se comunque molto difficile da imparare. Nonostante questo, rimane ancora intatto il fascino della cultura greca, con i suoi miti, gli dèi e gli eroi.

La cività ellenica si sviluppò sulle coste della Grecia. Nota ancora oggi per le numerose opere d’arte giunte fino a noi, regnarono sulla storia antica principalmente per l’aspetto culturale e commerciale.

Lo studio della filosofia e del’astronomia era molto praticato

L’arte greca era molto sviluppata in vari campi come: l’architettura, la scultura, la poesia, il teatro e la creazione di vasi . I vasi sono le testimonianze maggiori che abbiamo oggi: essendo tantissimi sono stati ben conservati, anche se a volte incompleti. La scultura era all’epoca un’arte molto diffusa: contribuiva alla creazione dei templi dedicati agli dèi, che infatti presentavano molte sculture e molti disegni, affreschi e decorazioni di ogni tipo, dai capitelli di diversi stili alla pittura della struttura.

Erano considerate un’arte anche le Olimpiadi: gare che si svolgevano in un grande stadio che poteva ospitare molte persone, cittadini greci e non. Lo sport infatti era molto importante per questo popolo. Questa cultura è sopravvissuta fino ai nostri giorni, infatti le Olimpiadi e alcuni sport antichi come il lancio del disco e la corsa vengono ancora praticati, sia nelle competizioni importanti sia come intrattenimento.

La poesia invece è stata l’arte secondo me più importante per lo sviluppo culturale dei Greci

Infatti le maggiori opere La poesia invece è stata l’arte secondo me più importante per lo sviluppo culturale dei Greci oggi conosciute al livello universale e che vengono studiate in tutto il mondo sono i poemi come l’Odissea, l’Iliade. Il primo di questi due poemi narra della storia del re di Itaca, Ulisse, che parte per la guerra di Troia ma non riesce più a tornare a casa. Con l’aiuto degli dèi, dei suoi compagni di viaggio e della sua astuzia, fra mille avventure e disavventure, riuscirà però a rivedere l’amata famiglia e la sua isola. Il secondo poema invece racconta della storia di Achille, un guerriero, che si trova come Ulisse a combattere nella guerra di Troia. Quest’uomo ha però una particolarità: è invincibile perchè appena nato, la madre lo prese per un tallone e lo immerse nelle acque del fiume Stige, uno dei fiumi degli inferi.

Ideato e realizzato da

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *