Il cavallo di Troia

La leggenda racconta che, dopo 10 lunghi anni di guerra i Greci, seguendo i piani di Ulisse, si allontanarono dalla città di Troia, sull’isola più vicina, mentre Ulisse e alcuni dei suoi compagni rimasero dentro un cavallo di legno lasciato sulla spiaggia come ”regalo” ai Troiani.

I Troiani vedono che i Greci non ci sono più e però rimane questo cavallo, pensano che sia un regalo dagli Dei per la loro vittoria, quindi lo portano dentro le mura della città, rompendo le loro stesse mura per farlo entrare.

Portato dentro, festeggiano e si ubriacano. Arrivata sera, i Greci tornano, uccidono le guardie e cominciano a bruciare Troia.

L’incendio durò due giorni: la mattina i Troiani rimasti combatterono tra le fiamme un po’ ubriachi a costo di salvare la città.

L’Eneide racconta che durante la guerra tra le fiamme Enea prende il padre sulle spalle, il bimbo alla mano e la moglie dietro e scappano da Troia. Da quella fuga e dal viaggio che ne seguì viene fatta iniziare la storia della civiltà in Italia.

Ideato e realizzato da

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.