Il richiamo della foresta

Buck è un cane amato e coccolato, ma un giorno viene rapito e trascinato nel Klondike, fra i cercatori d’oro. Anche su quelle piste gelate Buck ritroverà il senso della fedeltà all’uomo, ma il richiamo della natura, aspra eppure così fiera e libera, si farà sentire.

“La più grande storia di cani mai scritta, e insieme lo studio di uno dei moventi più curiosi e profondi che giochino a rimpiattino nell’anima umana“

(Carl Sandburg)

Scheda tecnica

Autore: Jack London
Edizione: MONDADORI
Età: 7/8+

Come dice anche la trama, questo libro parla di un cane che vive una vita molto comoda nella casa di un giudice, ma un giorno viene rapito dal giardiniere che lo vende a dei cercatori di oro. Buck, nel libro, riscopre tutti i sensi e le emozioni, le voglie e i bisogni primordiali, riesce con la mente a parlare con i lupi suoi antenati e a resistere all’ostile Nord in cui sarà costretto a vivere il resto della sua vita.

Consiglio molto questo libro a tutti coloro che hanno intenzione di scrivere un libro un po’ poetico o a chi vuole (come ho fatto io) riscoprirsi dentro e capire come voglia diventare nella sua vita, anche agli appassionatissimi di storie di cani, di lupi e di Jack London.

Devo dire che mi è piaciuto anche perchè non è per nulla noioso e non è il solito libro in cui il protagonista vince sempre senza difficoltà, riuscendo a completare la sua avventura… no, in questo libro ci sono inaspettati colpi di scena, imprevisti, lotte scombussolate, e anche Buck qualche volta si ritira.

“La storia di cani più avvincente di sempre”

Non è troppo adatto invece alle persone che non amano combattimenti in cui qualcuno muore, o in cui si cita spesso la parola sangue, perchè, dato che si sta anche parlando di un cane/lupo, le lotte e un po’ di cose violente tra cani ci sono.

Ma per il resto è un libro molto poetico, che ti fa calare nei panni di un cane spaesato e portato via da casa sua e dai suoi cari che si ritrova a combattere dei compagni prepotenti, degli uomini aggressivi e la natura selvaggia, trovando alla fine l’amore di un uomo e di un branco. Le parole sono bellissime, testo molto poetico, che a me è piaciuto molto.

Ideato e realizzato da

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
102

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *